LA TENUTA COTTANERA: UNA FAMIGLIA, UNA PASSIONE

Scorre l’Etna nei vigneti di Cottanera che, con la sua viticoltura di frontiera, rappresenta una delle più interessanti realtà del panorama enologico italiano e internazionale.

I vigneti di Cottanera sorgono sulla pietra lavica, a 700 metri sul livello del mare, lungo le pendici settentrionali del vulcano.
Cottanera è un gioiello di 110 ettari tutti accorpati, dei quali 65 vitati. I vigneti e la cantina si trovano a Castiglione di Sicilia, in provincia di Catania, dove si svolgono tutte le fasi della filiera dalla raccolta all’imbottigliamento.

Realizzare sull'Etna un presidio di viticultura moderna ed innovativa che miri soprattutto alla ricerca della qualità nell'ambito del vigneto, è la sfida della famiglia Cambria che intende vincere.
La filosofia produttiva è volta a ottenere, già in vigna, uve di grande equilibro, ridotte nella quantità, dalle quali potere ricavare quella complessità aromatica che contraddistingue questi terreni.


cottanera winery

“Per quanto riguarda al futuro non possiamo non tenere conto dell’educazione che abbiamo ricevuto. La terra, come mi ha insegnato mio padre, è un bene inestimabile, perché è il principio di ogni cosa e di ciò che saremo”,

questa la filosofia aziendale che Guglielmo Cambria ripeteva e che ha voluto trasmettere ai figli. Erano gli anni ’90 quando Guglielmo, insieme al fratello Enzo, decide di convertire quello che era un vasto noccioleto in un grande vigneto.
I primi impianti vennero fatti con vitigni internazionali e contestualmente venne iniziato un progetto di ricerca e ripristino dei vitigni autoctoni, i vitigni storici dell’Etna: il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio e il Carricante.
Oggi dei 65 ettari vitati di proprietà dell’azienda, oltre 40 sono coltivati con uve atte a produrre vini Etna Doc.
 
Nel 2011, in seguito alla modifica del disciplinare di produzione ETNA DOC è stata introdotta la possibilità di indicare le Contrade geografiche di provenienza delle uve nell’etichetta, al fine di valorizzare ed esaltare le differenze e le peculiarità del territorio etneo.
Cottanera ha deciso di valorizzare l’unicità espressiva di questo territorio e dei suoi vigneti attraverso un progetto impegnativo che riesca a tradurre in vino la voce della terra delle sue cinque contrade: Cottanera, Diciassette Salme, Calderara, Zottorinoto e Feudo di Mezzo: oggi, infatti, dopo la scomparsa di Guglielmo i figli Mariangela, Francesco ed Emanuele Cambria, insieme allo zio Enzo hanno deciso che era giunto il momento di valorizzare le differenze che ogni piccola e preziosa contrada dell’Etna dà alle sue uve di Nerello Mascalese e Carricante.
Il lavoro in cantina si sviluppa mediante un processo di trasformazione che assicura il conseguimento di un principio fondamentale per Cottanera: vinificare ogni partita di uva senza disperdere la tracciabilità del vigneto, sino al momento conclusivo dell'assemblaggio prima che il vino sia imbottigliato. I processi produttivi sono orientati a confermare uno stile aziendale teso al rispetto dell’ambiente e del consumatore finale.       
Il risultato sono vini eleganti, raffinati e di grande personalità e equilibrio, pluripremiati. Tre bianchi: Etna Bianco, Barbazzale ed Etna Bianco Contrada Calderara; otto rossi: Etna Rosso, Etna Rosso Contrada Diciassettesalme, Etna Rosso Riserva Contrada Zottorinoto, Barbazzale, Fatagione, Grammonte, Sole di Sesta, L’Ardenza, Nume; un Rosato Etna Doc ed un Metodo Classico.

www.cottanera.it

Written by: Guglielmo Fiorista Date: 27/04/2017